Lunedì, Maggio 10, 2021

Articoli filtrati per data: Dicembre 2020

Martedì, 01 Dicembre 2020 17:50

NATALE SMARRITO

 

 
NATALE SMARRITO
Questo è un augurio natalizio per questo Natale tragicamente diverso da quelli vissuti finora.
Il mondo che fa di tutto per cancellare i valori della nostra antropologia culturale ebraico-cristiana dove la nascita di Gesù di Nazareth ha segnato il discrimine della Storia, raccoglie oggi i frutti di questa dissennata filosofia antiumana.
L'eredità della filosofia greca, la saggezza dei grandi mistici che hanno lasciato un patrimonio straordinario di cultura e di umanesimo realistico, non esiste più.  I "padroni del mondo" hanno deciso di tagliare, in nome della modernità e del progresso, tutte le radici sulle quali per secoli l'umanità si è nutrita, è cresciuta e ha realizzato le conquiste che ci hanno portato quel benessere che inutilmente l'Europa ha tentato di portare ad altri continenti.
Hanno preso il sopravvento le filosofie anticristiane per eccellenza a partire dal Rinascimento, quando l'uomo è stato considerato solo un corpo e non anche uno spirito. Per secoli la antropologia culturale sull'uomo si è basata sull'assurdo filosofico che l'uomo non abbia anche una parte divina nel suo essere ed è stato ridotto a un ammasso di cellule e reazioni chimiche. Oggi viviamo con i risultati raggiunti da questi fondamenti antiumani: niente valori basati ontologicamente sull'uomo creatura di Dio, solo corpo senz'anima. E quando si elimina l'esistenza dell'anima come essenza sostanziale della creatura umana a livello di massa critica, l'uomo è destinato alla autodistruzione.
Oggi chi governa il mondo si fonda su questi assunti filosofici: eliminare Cristo dalla Storia pensando di costruire una nuova umanità e un nuovo ordine mondiale, questo è il GRANDE RESET che stiamo vivendo drammaticamente in questi ultimi anni.
 
Ecco, allora che ho ritenuto importante e utile pubblicare questo augurio natalizio proprio in questo periodo di disperazione per milioni di persone. E' una supplica a Gesù Bambino al quale chiediamo ancora una volta di starci vicino per sostenerci nel nostro arduo cammino e gli chiediamo il dono della Speranza.
 
GROTTA DI BETLEMME
 
POESIA
 
MDONNA E BAMBINO
 
                                    CROCE DI GERUSALEMME
 
Le quattro immagini in sequenza vogliono essere una rappresentazione storico-cultural-religiosa: 

LA PRIMA è una vista sulla Grotta della Natività che si trova nella Basilica di Betlemme dove oltre 2000 anni fa Maria di Nazareth ha dato alla luce l'Emmanuele, Dio con noi, come era stato annunciato ancora nel giardino dell'Eden da Dio Padre e in seguito profetizzato da Isaia 750 anni prima;

LA SECONDA è una mia poesia-preghiera che nel 2004 ha avuto un importante riconoscimento in un concorso internazionale di poesia e che è pubblicata nella mia terza raccolta "PRIMAVERA DI SPERANZA"  edita nel 2010 da Piazza Editore di Silea;

LA TERZA è una stupenda maternità che mi ha inviato fra Adriano Contran o.f.m., già Commissario della Custodia Francescana di Terra Santa del Triveneto, ed è una supplica alla Madonna che ci ha dato Gesù, simbolo della speranza per tutta l'umanità in cammino verso l'eternità;

infine LA QUARTA rappresenta la famosa "Croce di Gerusalemme" storica insegna dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme al quale mi onoro di appartenere.

A VOI TUTTI CHE LEGGETE UN AUGURIO FRATERNO DI BUON NATALE NELLE VOSTRE FAMIGLIE E NELLE VOSTRE COMUNITA'.

Pubblicato in ARTE E POESIA