Venerdì, Ottobre 18, 2019
Venerdì, 06 Gennaio 2017 17:06

FONDAMENTA NUOVE In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(11 Voti)

                

                                Faro di Murano dalle Fondamenta Nuove

Il vento del nord impetuoso
spazza la laguna increspata
come la mia anima
con tanti pensieri
l’isola dei morti è lì davanti
coperta di cipressi
e sempre un faro si erge all’orizzonte
mentre il sole al tramonto
in questa nebbia soffusa
fa intravedere qualcosa di me
povera anima confusa
verso la notte della coscienza
e ti penso ormai lontana
tra gli angeli e i santi
a godere questo sole rosso
alle fondamenta nuove
che illumina e acceca
come quel giorno a Burano
quanto eri bella d’inverno
quegli occhi incantati e sorridenti
parlavano dell’amore sempre taciuto.

                                       Mara in laguna inverno 1973

                                                     Mara in laguna a Burano, inverno 1973

Letto 2788 volte Ultima modifica il Venerdì, 06 Gennaio 2017 18:24
Altro in questa categoria: « LA LUNA E TU TENERA E' LA NOTTE »

8 commenti

  • Link al commento graziella Mercoledì, 11 Gennaio 2017 22:51 inviato da graziella

    Molto bella Gianfranco!Grazie per averla condivisa.

  • Link al commento daniela Sabato, 07 Gennaio 2017 20:12 inviato da daniela

    Non conosco il signor Meggiolaro, ma trovo che le sue parole abbiano una forza intrinseca di singolare impatto.Il suo pensiero non solo è condivisibile, ma deve far riflettere tutti sulla precarietà della nostra condizione e sulla forza della solidarietà che, unica via, ci fa proseguire nel nostro cammino con rinnovata fiducia, fino al ricongiungimento estremo con chi abbiamo amato.Anche Mara avrebbe condiviso, ne sono certa.
    Ciao

  • Link al commento Marisa Sabato, 07 Gennaio 2017 10:15 inviato da Marisa

    Poesia bella. Lo scenario della laguna riporta nel tempo passato a nostalgici dolcissimi ricordi. I versi sono coinvolgenti e descrivono le emozioni e la forza dei sentimenti. Il faro e il sole che tramonta emanano la luce del grande amore per Mara che "non tramonta".

  • Link al commento meggiolaro mario Sabato, 07 Gennaio 2017 09:08 inviato da meggiolaro mario

    Caro Gianfranco. Ho letto la tua poesia. I ricordi si accumulano come nembi portati nelle braccia del vento. Ti vorrei augurare che questi reminiscenze ti facciano luminoso e guardare la vita ancora con una gioia nuova, il passato non ritorna. La memoria è una forza elevata, ma pericolosa: essa va purificata, oppure ci inabissa nelle foschie di un qualcosa che già non esiste. Non è un discorso facile la pulizia della memoria ma te lo auguro per rendere i tuoi giorni più caldi nel chiarore del tempo che ancora ti resta.

  • Link al commento silvio Sabato, 07 Gennaio 2017 09:01 inviato da silvio

    Ieri,giorno dell'Epifania, sono andato con Mary a far visita a Mara e abbiamo visto e letto questa struggente rimenbranza che ancora una volta dimostra quanto sia stata per te importante e vicina la tua cara Mara, come sempre ci siamo commossi; la tua sensibilità e spiritualità supera ogni evento terreno. Ciao Amico Franco

  • Link al commento Manuela Venerdì, 06 Gennaio 2017 21:47 inviato da Manuela

    Questi versi sono unicamente "Trabuiani", questo è il trasmettere a noi il tuo pensiero che in maniera sublime trasformi in poesia. Non è facile ritrovarsi a ripercorrere luoghi pieni di ricordi, ma è commovente come tu li rivivi. Grazie prof.

  • Link al commento daniela Venerdì, 06 Gennaio 2017 20:06 inviato da daniela

    Poesia e nostalgia si concatenano in un crescendo di note struggenti! Più che foscoliana memoria (non dimentichiamo il suo determinismo materialistico nei "sepolcri"!) mi ha revocato alla mente il filare di cipressi della poetica carducciana... Più positivo,Giosuè, intimistico e tenero nella rimembranza di tempi passati!!
    Auguri anche a te

  • Link al commento gianni Venerdì, 06 Gennaio 2017 18:15 inviato da gianni

    è bellissima Gianfranco!

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.